Home » Eventi

Category Archives: Eventi

SA DIE DE SA SARDIGNA…

Attività didattiche orientate

allo studio della storia e della cultura della Sardegna

in tutte le sedi dell’Istituto

Vedi il programma delle diverse sedi

Locandina_Bonarcado
Locandina Cuglieri
Programma_Santu Lussurgiu
Programma-Seneghe
Locandina_5_A_Santu_Lussurgiu
Locandina_Cuglieri_infanzia-e-primaria
Programma-Bonarcado-primaria

Tennis TavolOltre

locandina-tennis-tavolooltre1

Sulla scia del Progetto Agitamus che ha visto coinvolta la prima media di Santu Lussurgiu in diverse attività sportive legate al mondo Paralimpico e non solo, ora è la volta della terza media di Bonarcado.
I ragazzi, infatti, parteciperanno ad un nuovo progetto, dal titolo “TennistavolOltre” , promosso dalla Federazione Italiana Tennis Tavolo, di concerto con il CIP – Comitato Italiano Paralimpico e sostenuto dalla Fondazione Vodafone Italia e dal Dipartimento Ministeriale delle Pari Opportunità .
Le attività saranno svolte durante le ore di Educazione Fisica e, attraverso queste, si intenderà perseguire finalità come
– riflettere sull’importanza della diversità come valore presente in ogni contesto di vita;
– prendere consapevolezza degli stereotipi e dei pregiudizi che, spesso, sono legati e accompagnano il concetto di diversità;
– empatizzare e “mettersi nei panni di…“ un atleta paralimpico e/o persone con disabilità, comprendendone le difficoltà e il coraggio per superarle;
– scoprire e praticare modalità di relazionarsi con gli altri e col mondo caratterizzate da limitazioni fisiche.
Se vuoi saperne di più leggi la scheda di sintesi

Incontri di sensibilizzazione e contrasto al bullismo, cyberbullismo e pericoli della rete

cyberbullismo

In viaggio con l’alimento “Pane”

locandina-pane

Section 1. Allegati

Iniziativa formativa promossa dall’Unione dei Comuni Montiferru-Sinis

Percorso formativo: L’Inserimento e/o reinserimento del bambino e dell’adolescente con diabete in ambito scolastico

2 1

La partita del cuore

whatsapp-image-2017-04-29-at-16-03-30-1

Sa Die de sa Sardigna

 

 

Comunicazione del calendario e invito alle manifestazioni promosse nelle scuole di

Santu Lussurgiu – Bonarcado e Seneghe

 

 

 

 

Per quest’anno scolastico il Consiglio di Istituto, nell’azione di adattamento del Calendario Scolastico Regionale per l’efficace realizzazione dell’Offerta Formativa nel territorio,  ha accolto la proposta  del Collegio dei Docenti di celebrare la giornata del 28 Aprile, “Sa Die de sa Sardigna”, proprio a scuola con iniziative didattiche volte allo studio dei temi legati alla rievocazione, invece che confermare la sospensione delle attività didattiche.

Da tanti anni veniva recepita la critica, da più parti, che una vacanza scolastica fosse utile solo a raccordarsi con  altre festività prossime, piuttosto che l’occasione per approfondire i temi veri e propri per i quali il Consiglio Regionale ha istituito la giornata del popolo sardo. I nostri ragazzi, invece che sviluppare la conoscenza della storia e dei valori dell’autonomia, rimanevano spesso all’oscuro del significato di questa importante ricorrenza. Nel contempo l’attenzione  per la lingua e la cultura Sarda non è mai mancata nei progetti didattici dell’Istituto, confermati nel Piano dell’Offerta Formativa come importanti azioni per valorizzare il senso di appartenenza e la conoscenza del nostro grande patrimonio identitario.

Per questo è stato naturale, dopo alcuni anni, operare una  scelta di per sé semplice, ma dal grande valore didattico e formativo: andare a scuola il 28 Aprile  dedicare tutte le attività didattiche ai temi che hanno ispirato la Legge  Regionale n. 44 del 1993. In ciascuno dei plessi, nei paesi di Santu Lussurgiu, Bonarcado e Seneghe più di 400 alunni con i loro docenti saranno impegnati in differenti attività, dallo studio, al canto, alla recitazione, alla messa in scena, ciascuno secondo il proprio livello scolastico, con il coinvolgimento dei genitori  e di tutta la comunità. Vi è stata collaborazione con le Biblioteche, con le Amministrazioni Locali, con le Associazioni Culturali che operano nel territorio.  Le attività sono state “spalmate” in tutta la giornata per consentire a chiunque di avvicinarsi e portare il proprio contributo.

Un momento che diventa studio e crescita personale, che diffonde un messaggio chiaro: l’importanza della scuole come centro di promozione della conoscenza, della scuola come regia della corresponsabilità della comunità educante, in cui la stessa conoscenza si esprime e si valorizzare in termini competenti nelle esperienze di vita.  E’ la strada che pensiamo di percorrere per consentire ai nostri alunni di appropriarsi di questi importanti valori sociali e culturali e poterli tramandare di generazione in generazione.

 

 

12

34

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Conoscere Gramsci attraverso l’Orienteering

gramsci

In occasione dell’anno Gramsciano, istituito in occasione del 125° anniversario della nascita (22 gennaio 2016) e dell’ottantesimo anniversario dalla scomparsa (27 aprile 2017) la Giunta della Regione Sardegna, su proposta dell’Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport, ed in relazione al progetto promosso dall’Associazione Culturale Casa Natale Antonio Gramsci di Ales, in collaborazione con la F.I.S.O. Federazione Italiana Sport Orientamento, Delegazione Sardegna, si propone il Progetto “Conoscere Gramsci attraverso l’Orienteering. Il progetto vede coinvolte le Scuole ed Istituti di ogni ordine e grado di Ales, Santulussurgiu e Sorgono con manifestazioni che si svolgeranno presso i centri storici dei suddetti paesi. Con questa iniziativa si intendono raggiungere i seguenti obiettivi:

 − far conoscere a tutti gli alunni delle scuole, la figura del pensatore sardo vissuto nei Comuni coinvolti nel Progetto attraverso un’attività ludica e sportiva quale l’Orienteering;

− far incontrare gli studenti di ogni ordine di scuola dei Comuni dell’infanzia e dell’adolescenza gramsciana;

− promuove momenti di collaborazione tra le Associazioni, le Amministrazioni locali e le Scuole presenti.

Incontri informativi con le famiglie per Iscrizioni a.s. 2017-2018

L’Istituto Comprensivo ha previsto degli incontri con le famiglie  per la presentazione del Piano dell’Offerta Formativa della Scuola finalizzati alla conoscenza dei nuovi percorsi di Educazione e Istruzione nelle classi prime delle scuole primarie e secondarie dell’Istituto che si terranno secondo il seguente calendario:

 

SANTU LUSSURGIU                25/01/2017                      ore 16,30 – 17,30

BONARCADO                           26/01/2017                      ore 16,30 – 17,30

SENEGHE                                  27/01/2017                     ore 16,30 – 17,30

L’incontro per la presentazione delle attività della SCUOLA DELL’INFANZIA di Santu Lussurgiu di terrà Mercoledì 1 febbraio alle ore 16,30

Settimana del Coding nell’Istituto Comprensivo (15 Ottobre – 23 Ottobre)

L’ Istituto Comprensivo di Santu Lussurgiu ha aderito all’ Iniziativa Europea Codeweek, nella settimana dal 15 al 23 ottobre, organizzando tanti “eventi” legati al Coding. Questo ha rappresentato l’occasione per i docenti e gli alunni di familiarizzare col pensiero computazionale attraverso delle attività in classe che hanno visto alunni e insegnanti cimentarsi nei compiti più disparati apportando vivacità e dinamismo all’azione didattica.
Hanno partecipato tutti gli alunni della Scuola Primaria dei tre plessi e gli alunni della Scuola Secondaria di Bonarcado e Seneghe.

Cos’è il pensiero computazionale?
“Quando si affronta un problema o si ha un’idea, spesso si intuisce la soluzione ma non si è in grado di formularla in modo operativo per metterla in pratica.
Il pensiero computazionale è proprio questo, la capacità di immaginare e descrivere un procedimento costruttivo che porti alla soluzione. Come imparare a parlare ci aiuta a formulare pensieri complessi, così il pensiero computazionale ci offre strumenti ulteriori a supporto, non solo della logica, ma anche della fantasia e della creatività.
Il pensiero computazionale è una capacità trasversale che va sviluppata il prima possibile…”

Gli Insegnanti, coordinati dall’Animatore Digitale hanno organizzato e promosso diversi eventi da svolgere in classe con gli alunni. In questo modo hanno avuto l’opportunità di svolgere semplici attività di coding, con o senza computer, avvalendosi delle tante risorse disponibili online e delle attività proposte dai siti di riferimento: “codeweek.it”,  “programma ilfuturo.it.”  Attraverso strumenti divertenti, esercizi presentati sotto forma di giochi, attività interattive, i bambini hanno risolto delle situazioni problematiche e si sono impegnati per capire quale possibile e migliore soluzione utilizzare: raggiungendo l’obiettivo hanno imparato come fare. Intanto, spostando dei blocchetti rettangolari, facendo muovere personaggi, frecce o figure, creando un percorso, superando ostacoli, raggiungendo un obiettivo, organizzando un algoritmo inconsapevolmente hanno scritto righe di codice informatico, anche se materialmente non ne hanno scritto nemmeno una.
In alcune classi gli insegnanti hanno lavorato con “attività unplugged”, cioè esercizi sempre finalizzati allo sviluppo del pensiero computazionale e che si prestano bene a essere svolti nell’ambito delle diverse discipline curriculari senza l’uso del computer: schede, disegni percorsi, da illustrare sul quaderno per essere poi tradotti nell’attività motoria in palestra.
L’interesse, la curiosità personale, l’atteggiamento creativo verso la tecnologia e l’innovazione didattica sono stati alcuni input che gli insegnanti hanno mostrato nei momenti di incontro e preparazione con l’animatore digitale; questo ha consentito di presentarsi ai bambini e ai ragazzi con una buona motivazione per un primo, divertente e piacevole approccio al linguaggio di programmazione.
Il risultato della settimana di attività è stato molto positivo e proficuo in tutte le classi dove si è lavorato nei diversi ambiti disciplinari.
L’entusiasmo dei bambini e dei ragazzi che hanno risposto con una partecipazione attiva e costruttiva, sia nell’operatività con gli strumenti informatici, sia nelle attività pratiche, motorie e manuali, in qualche modo, ha fatto maturare la consapevolezza che è necessario compiere dei passi avanti per sviluppare al meglio le competenza dei bambini avvalendosi di nuovi strumenti metodologici.

.

Avvio Anno Scolastico

newscolored manina avviso importante

Inizio Anno A3

Orari e attività dal 14 al 17 settembre

Scarica il calendario in formato PDF

Scuola dell’Infanzia Santu Lussurgiu – “Il mio paese e le sue tradizioni”

Nell’ambito del progetto ” Io e il mio mondo” i bambini di quattro anni (sez B) della Scuola dell’Infanzia di Santu Lussurgiu hanno realizzato un piccolo libro che raccoglie i lavori prodotti; raccontano attraverso dei disegni le espressioni culturali del loro paese.

Progetto Antas Junior – Bonarcado

..”E’ stata una mattina speciale perché non abbiamo fatto quello che facciamo sempre, ma una LEZIONE DIVERSA”..”

INTERVISTA  AL  REGISTA  PAOLO ZUCCA  – PROGETTO ANTAS  JUNIOR SCUOLA PRIMARIA BONARCADO –

…”  scrivere, immaginare, realizzare, progettare, organizzare, aspettare, dirigere ” sono solo alcune  delle attività pratiche, cognitive e artistiche che il Regista sardo Paolo Zucca, ha voluto quasi rimarcare nelle sue risposte  ai nostri piccoli alunni della Scuola Primaria di Bonarcado, durante l’interessante e produttiva intervista che si è tenuta  a scuola come secondo momento relativo al Progetto Antas Yunior.

Una persona carica di entusiasmo e una mente fervida d’idee;  il giovane regista ha saputo interloquire piacevolmente con i bambini, e con una punta di austerità e fermezza nel proporsi, è stato molto bravo  nel dare  valore e importanza alle loro semplici e curiose domande.  Scrittore e disegnatore di storielle sin da bambino, si porta dietro ancora oggi la necessità, o la passione,  di disegnare a matita,  ogni scena della storia che ha in testa. I giornalisti in grembiule blu sono rimasti entusiasti nell’osservare alcuni dei bozzetti portati per mostrare loro come nascono le sue storie.   Raccontare con il disegno è una delle prime abilità che i bambini hanno per utilizzare le proprie conoscenze in modo relativamente agevole o semplice; quasi rimangono perplessi pensando che dietro la grafica perfetta e colorata dei suoi cortometraggi appena visti nella LIM , possa esserci quasi un “loro disegno”.

Ho trovato davvero efficace e valido il pensiero che l’artista ha utilizzato   per rompere un po’ la schermata di diffidenza che solitamente si crea nelle nuove situazioni e cominciare così la piacevole chiacchierata.

..” Mi piacerebbe che sin da piccoli imparaste ad avere pazienza e  a saper aspettare. E’ molto importante portare a termine ciò che si comincia, anche un semplice disegno; se alla fine non verrà esattamente come lo avevate in mente, non importa, si deve comunque terminare.  Imparate a non lasciare le cose a metà.”

Penso che divenire capaci di far proprie  simili  prospettive, possa essere considerata il raggiungimento di una competenza di elevato livello  nella misura in cui diventi capacità di rispondere  sia a esigenze individuali quanto specificatamente sociali. Ciascuna delle azioni emerse nello scambio comunicativo di tutte le parti coinvolte, artista, bambini, insegnanti e Direttore Artistico, in questa “LEZIONE DIVERSA ” può essere inserite in una progettazione didattica per competenze con i concetti chiave  validi trasversalmente come l’agire in modo autonomo, funzionare in gruppi socialmente eterogenei e servirsi di strumenti in maniera interattiva.

Progetto Antas – Seneghe

Scuola Primaria di Seneghe

La redazione della rivista Antas Junior ha incontrato gli alunni della Scuola primaria di Seneghe. Taccuino e matita alla mano i piccoli reporter, sotto la guida del giornalista, nonché Direttore, Pier Paolo Faedda e, del Direttore artistico Simone Riggio, hanno conosciuto vari aspetti della professione e sperimentato con curiosità il cimentarsi in essa.Si attende ora l’incontro con l’artista Anna Gardo, premiata all’expo di Milano per la sua particolare dote nel decorare dolci, vere opere d’arte. Gli alunni avranno il piacere di intervistarla e scrivere un articolo che verrà pubblicato sulla rivista e letto da un vastissimo pubblico, anche all’estero.